L’IMPORTANZA DEI GHIACCI nel clima

 

I ghiacci sono l’area del Pianeta che subisce gli effetti più immediati del riscaldamento globale. La copertura glaciale si è infatti abbassata nel gennaio del 2020 rispetto alla media 1981-2010. In Antartide l’estensione del ghiaccio ha raggiunto i 4,6 milioni di km2, ovvero 0,9 milioni al di sotto della media 1981-2010 di gennaio. Il 2020 è il quarto anno consecutivo con un’estensione notevolmente inferiore alla media di gennaio.

E’ importante soffermarsi sui poli poiché i ghiacci hanno un’importanza cruciale nel regolare la temperatura terrestre. Le superfici bianche infatti sono le uniche a poter riflettere le radiazioni del sole. Anch’esse, oltre all’effetto serra provocato dall’anidride carbonica, possono causare un aumento della temperatura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UNO SCUDO DAL SOLE. Non tutti gli equilibri sono uguali. Una molla, tirata, tenderà a tornare al punto di partenza. La maggior parte dei sistemi di cui abbiamo esperienza hanno un comportamento simile. Per altri, però, uno spostamento dall’equilibrio può innescare dei meccanismi che contribuiscono a portarli ancora più lontani dalla posizione iniziale. I ghiacci polari funzionano proprio così. Per il clima del nostro pianeta, c’è una grande differenza tra ghiacci e acqua: l’acqua assorbe, come una spugna, il calore proveniente dal Sole. Il ghiaccio, invece, riflette quasi perfettamente la radiazione solare, che viene quindi rispedita nello Spazio prima che possa scaldarci. Se, a causa dell’aumento dei gas serra, la temperatura dell’aria aumenta, e una frazione del ghiaccio che ricopre la terra si scioglie, più superficie assorbirà calore, invece che rifletterlo. In questo modo, l’aria potrà scaldarsi un poco in più, sciogliendo giusto un poco più ghiaccio di ieri, risultando in una frazione di calore assorbito in più (è quello che si chiama Feedback Loop Positivo). Anno dopo anno, le piccolezze si sommano in un effetto misurabile, accelerando il riscaldamento. Lo scioglimento dei ghiacci sarà quindi causa di un ulteriore riscaldamento, e si creerà così un circolo vizioso inarrestabile.

Fonte: https://lecopost.it/cambiamento-climatico/linverno-e-gia-finito-gennaio-2020-il-piu-caldo-di-sempre/

Categoria: Ambiente, Didattica, News, Sociale. Pubblicato il 11 febbraio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*