Comportamenti ecosostenibili

 

INVITO ALLA LETTURA: Un interessante articolo sui buoni comportamenti attenti all’ambiente e alla sostenibilità ambientale……

 

La difesa dell’ambiente è un’attitudine che oggi è indispensabile acquisire o sviluppare sempre di più. Non è più una scelta, ma una necessità impellente per tutti se vogliamo che l’umanità abbia un futuro.

Esistono delle buone pratiche ecologiche che possiamo attuare quotidianamente. Vediamo insieme alcuni dei principali comportamenti ecosostenibili alla portata di tutti.

1) Raccolta differenziata

Una delle prime cose che possiamo fare è informarci sulle corrette modalità della raccolta differenziata del nostro comune e ripartire correttamente i rifiuti differenziati.

Ad es. alcuni comuni non riciclano il tetra-pack, che quindi andrà nell’indifferenziato, mentre altri li fanno inserire nel contenitore della carta ed altri ancora nella plastica. Gli scontrini, i fazzoletti di carta usati e le carta sporca di cibo non vanno nel contenitore della carta; i primi due vanno nell’indifferenziato mentre la carta sporca per lo più va nella raccolta dell’organico. I contenitori di plastica vanno sempre puliti, vuotati e possibilmente schiacciati prima di gettarli. Ecc…

2) Ridurre la plastica durante la spesa

Nel fare la spesa è una sana abitudine cercare di ridurre il consumo di plastica. Per prima cosa possiamo portarci da casa delle buste riutilizzabili (possibilmente di cotone) e poi comprare il cibo o i prodotti con il minor imballaggio (ad es. frutta e verdura non preconfezionata e detersivi alla spina).

3) Utilizzo accorto dell’acqua

E’ importante fare attenzione ad un corretto risparmio dell’acqua, un bene che sta diventando sempre più prezioso a livello planetario.

Possiamo a) chiudere l’acqua quando ci spazzoliamo i denti, ci facciamo la barba o ci insaponiamo; b) far riparare i rubinetti che perdono (un rubinetto che gocciola può consumare 4000 litri d’acqua/anno); c) usare dei frangigetto per i rubinetti; d) regolare lo scarico del wce) usare gli elettrodomestici solo a pieno caricof) preferire l’acqua di rubinetto o di una fonte vicino casa all’acqua in bottiglia; g) preferire la doccia alla vasca (consuma circa 150 litri d’acqua); h) ridurre il consumo dei detersivii) utilizzare un secchio per lavare la macchina e non l’acqua corrente (30 minuti di acqua corrente sono più di 50 litri d’acqua).

4) Utilizzo accorto dell’energia elettrica e del gas

Cerchiamo di fare attenzione ad un corretto risparmio dell’energia elettrica e del gas, che ci permette sia di risparmiare sulle bollette che di inquinare di meno.

In particolare possiamo: a) spegnere sempre le luci quando non siamo nella stanza;b) abbassare di 1°C la temperatura del termostato di casa, in questo modo si possono tagliare consumi e costi attorno al 5-10% l’anno; c) invece di tenere gli apparati elettronici in stand-by è preferibile spegnerli; d) tenere il frigo sbrinato e distanziato dal muro per far circolare l’aria nella serpentina; e) mettere il coperchio sulle pentole per far bollire l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola; f) eliminare tutti gli spifferi all’interno dell’abitazione; g) inserire le apposite pellicole isolanti e riflettenti per i termosifoni in prossimità dei muri esterni; h) non lasciare le tende davanti ai termosifoni.

5) Ridurre l’utilizzo dell’auto

Quando possibile cerchiamo di rinunciare all’auto. Sia utilizzando i mezzi pubblici, che andando a piedi o in bici (se possibile), sia condividendo la macchina con altre persone. E’ stato calcolato che rinunciando all’automobile anche solo due volte a settimana è possibile ridurre le emissioni di anidride carbonica di 700 kg ogni anno.

Fonte: https://sviluppointegrale.it/comportamenti-ecosostenibili/

Categoria: Ambiente, Didattica, News, Sociale. Pubblicato il 23 dicembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*