Fontana Monumentale di Faenza

11012847_880317672043045_1440783564043513523_n
La fontana (il Fonte monumentale) è legata a tre “Domenico”: padre Paganelli, Castelli, Rivarola (cardinale Legato di Papa Borghese, Paolo V). I draghi più grandi sono di Paolo V, i Leoni rampanti del suo Legato a Ravenna, le Aquile di entrambi.

I draghi sono dalllo stemma di Gregorio XII Boncompagni, bolognese, che patrocinò l’acquedotto terminato e iniziato ben prima del Fonte. Aver portato acqua pulita in città non bastava: vollero anche il Fonte monumentale, per lasciare il proprio nome “ad Aeternum”: il bronzo costava caro, ma è più duraturo e più plasmabile di qualsiasi altro materiale come i secoli hanno dimostrato.

Stemma Famgilia Borghese

 L’acquedotto del Fonte pubblico/monumentale della piazza di Faenza era un gioiello, e funzionò per tre secoli, anche grazie ad una accurata manutenzione permanente. Molti testi di architettura idraulica ne hanno parlato come esempio, con tavole illustrative, per oltre due secoli dell’opera del padre Domenico Paganelli “faventinus”.

Questo – il fonte disegnato, insieme all’acquedotto magistralmente è riportato su un testo del 1804 (di un bolognese, stampato in Venezia). Ho in animo una ricognizione per documentare cosa resta dei numerosi accessi di manutenzione tra Errano e Faenza.

11164619_880180505390095_1041400354393123706_o

Categoria: Sociale. Pubblicato il 28 maggio 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*